Shaolin Soccer a caccia di punti salvezza, Restaino: “Venderemo cara la pelle”

I nero-arancio ricevono al PalaPergola l’Atletico Cassano. Il laterale offensivo: “Squadra organizzata e costruita per fare un campionato di vertice. Per noi sarà una partita difficile ma vogliamo dare continuità alle ultime prestazioni”

Lo Shaolin Soccer Potenza prepara la difficile sfida all’Atletico Cassano, atteso sabato al PalaPergola. I nero-arancio del presidente Faraone, reduci dalla buona prestazione di Barletta nonostante la sconfitta, dovranno fare a meno di Mancusi, squalificato, Haidane e il portiere spagnolo Carlos Pascual, infortunati.

Il laterale offensivo Decio Restaino non ha dubbi, servono punti: ”Il Cassano è una squadra organizzata, costruita per fare un campionato di vertice. In più i nostri avversari avranno il morale alto dopo l’ultima vittoria contro il Capurso. Per noi sarà una partita difficile anche perché ci mancherà Mancusi che per noi è molto importante. Vogliamo dare continuità alle nostre ultime prestazioni e cercheremo di vendere cara la pelle per fare risultato. Abbiamo bisogno di muovere la classifica per il nostro obiettivo, che è la salvezza. Grazie agli insegnamenti tattici del nostro mister siamo cresciuti anche come personalità e modo di stare in campo. Davanti al nostro pubblico dobbiamo e vogliamo dare il massimo”.

barle_0_87258

Futsal Barletta: vittoria e primato. Potenza battuto 3-0

La sesta vittoria stagionale dei biancorossi arriva nella ripresa. Apre Iodice, Calamita raddoppia e Otero la chiude

Non poteva esserci pomeriggio migliore per il Futsal Barletta, capace di sfruttare nel migliore dei modi il turno casalingo per centrare la sesta vittoria stagionale e portarsi in vetta al girone F.

Non è stata una gara facile quella disputata contro un Potenza attento ed equilibrato, con i calcettisti barlettani meno lucidi del solito probabilmente a causa del turno infrasettimanale con il Futsal Capurso che ha sottratto loro energie fisiche e mentali. La partita dunque è stata poco spettacolare nella prima frazione di gioco, con i lucani pericolosi in più circostanze con le rapide ripartenze di Mancusi e Restaino.

Proprio su quest’ultimo, il numero 15 biancorosso Dedè al minuto 19 commette un brutto fallo e viene espulso, permettendo alla squadra ospite di giocare in superiorità numerica per due minuti, ma capitan Vivaldo e compagni sono impeccabili in fase difensiva e chiudono tutti i varchi.

Scampato il pericolo, i padroni di casa pigiano il piede sull’acceleratore nel secondo tempo, sbloccando il punteggio con un rigore trasformato da Iodice per atterramento in area di Otero. Il vantaggio galvanizza il Futsal, capace di dominare l’ultimo quarto di partita: il raddoppio è opera di Calamita su assist di Garcia, il tris lo realizza con la porta avversaria incustodita Otero.

Con questa vittoria, la sesta in sette gare disputate, il sodalizio guidato da Ruggiero Pedico scavalca il Giovinazzo (bloccato in trasferta sul campo del Comprensorio Medio Basento) e si porta in vetta alla classifica, in compagnia dell’Isernia.

Davvero niente male per una squadra giovanissima, che presenta una media età tra le più basse di tutta la Serie B.
A questo punto sognare non costa nulla!

Futsal Barletta-Shaolin Soccer Potenza  3:0 (pt 0:0)
Futsal Barletta: Mastrorilli, Otero, Fiorentino, Laporta, Scardua, Garcia, Campana, Iodice,  Vivaldo, Calamita, Pagnussatt, Papagno. All: Ferrazzano
Shaolin Soccer Potenza:  Uva, Dragonetti, Lo Giudice, Laurino, Mancusi, Laguardia, Pirrone, Lovallo, Molinari, Vaccaro, Restaino, De Bonis. All: Tancredi
Arbitri: Fabio Maria Malandra (Avezzano), Davide Sallese (Vasto).
Ammoniti: Mancusi, Lovallo
Espulsi: Scardua al 19’pt per intervento scomposto
Marcatori: 4’st Iodice, 12’st Calamita, 18’st Otero.

 

Michele Porcella Addetto Stampa Asd Futsal Barletta

mancusi_shaolin_potenza_0_87002

Shaolin in missione a Barletta: “Ce la giocheremo senza pensare al risultato”

Potentini in casa dei biancorossi, ancora fermi ai box Pascual e Haidane. Rientra dalla squalifica Restaino. Mister Fabio Santarcangelo: “Inizia per noi un mese molto duro, affronteremo in sequenza tutte le prime della classe”

Una sfida quasi impossibile. Per la settima giornata del campionato di serie B di calcio a 5, girone F, lo Shaolin Soccer Potenza è di scena sul difficile campo del Futsal Barletta.

I ragazzi del presidente Claudio Faraone rendono visita ad uno dei roster più agguerriti del gruppo F che non nasconde ambizioni di primato. Il Barletta infatti è secondo in classifica a quota 15 punti su 18 disponibili, ad una sola lunghezza di ritardo dalla capolista Giovinazzo. Nelle fila dello Shaolin Potenza restano sempre in infermeria il portiere spagnolo Carlos Pascual e il pivot Haidane.

Torna Restaino dalla squalifica, ma in settimana è stato fermato per un turno dal Giudice Sportivo Buccarello espulso nell’ultima gara pareggiata contro il Ruvo. In panchina a guidare i neo-arancio ci sarà l’allenatore in seconda Michele Ragone che sostituirà il tecnico Fabio Santarcangelo anche lui fermato per una giornata.

«Inizia per noi un mese molto duro – spiega mister Santarcangelo – affronteremo in sequenza tutte le prime della classe. Iniziamo con il Barletta che ha la miglior difesa ed il terzo miglior attacco del torneo. Ha conquistato 5 vittorie su 6 e questi sono numeri che la dicono lunga sul valore del nostro avversario. Noi però siamo in crescita in quanto siamo più continui ed attenti nella gestione della partita. Ce la giocheremo senza pensare al risultato ma soltanto alla prestazione. La concentrazione in questo tipo di partite – conclude il mister dello Shaolin – dovrà essere altissima in considerazione della forza del Barletta».

Dirigeranno l’incontro in programma alle ore 16:00 i signori Fabio Malandra di Avezzano (primo arbitro) e Davide Sallese (secondo arbitro) di Vasto. La sezione crono sarà gestita da Domenico Ricco di Barletta.

 

Area Comunicazione Shaolin Soccer Potenza

shaoln_0_86606

Shaolin Soccer, Dragonetti rimonta Ciliberti: pari e patta col Futsal Ruvo

Match equilibrato sin dalle prime battute. Buccarello viene espulso per doppio giallo, allontanato anche coach Santarcangelo. I pugliesi passano nella ripresa, ma ad un minuto e mezzo dalla fine arriva il meritato pareggio  potentino

Un pari con il brivido per lo Shaolin Soccer Potenza. Per la sesta giornata del campionato di serie B di calcio a 5, arriva il primo pareggio (1-1) della stagione davanti ai propri tifosi per la compagine guidata in panchina da Fabio Santarcangelo.

Il match con il Ruvo è molto equilibrato e gli ospiti ribattono colpo su colpo alle occasioni dei nero-arancio di casa seguiti da un buon pubblico. Soltanto per una pura casualità la prima frazione di gioco termina a reti inviolate. Nel secondo tempo l’equilibrio non si sblocca.

Al 9’ lo Shaolin Potenza perde Buccarello espulso per doppio giallo. Per proteste i direttori di gara mandano anzitempo negli spogliatoi anche il sempre corretto mister Santarcangelo, reo di eccessive proteste. Prende le redini della panchina nero-arancio l’allenatore in seconda Michele Ragone.

Il Ruvo passa al 13’ con Ciliberti che in diagonale trafigge Lovallo. Finale incandescente con i potentini che non approfittano di una provvisoria superiorità numerica e si divorano diverse occasioni per il pareggio. Ad 1 minuto e mezzo dalla fine è però Dragonetti a siglare il meritato pareggio (1-1).

 

«Ho visto una buona reazione della squadra dopo la brutta prestazione di sabato scorso a Campobasso – spiega il presidente dello Shaolin Potenza Claudio Faraone al termine della gara – è stata una partita equilibrata. Potevamo cogliere l’intera posta in palio, ma considerato che eravamo sotto per 1 a 0 a due minuti dal termine può andare bene così».

 

Shaolin Pz-Futsal Ruvo 1-1
Shaolin Soccer Pz: Lovallo, Dragonetti, Lo Giudice, Mancusi, Laguardia, Molinari, Pirrone, Buccarello, Vaccaro, De Bonis; Pirrone, Uva. All. Santarcangelo
Futsal Ruvo: Bucci, Campanale, Forini, Ciliberti, Guastamacchia, Mazzone, De Cillis, Cantatore, Stasi, Rubini, Sette, Toma. All. Tedone
Arbitri: Cefalà di Lamezia Terme e Petrillo di Catanzaro
Marcatori: secondo tempo 13’ Ciliberti (R); 18’ Dragonetti (S)
Note: spettatori 350. Ammoniti Mazzone, Forini, Dragonetti, Mancusi, Toma. Espulsi Buccarello dello Shaolin per doppia ammonizione al 9’ della ripresa e al 15’ sempre della ripresa Bucci del Ruvo per doppia ammonizione

 

Area Comunicazione Asd Shaolin Soccer Potenza
Mario Latronico

shaolin_potenza_azione_di_gioco_0_86126

Lo Shaolin Potenza fa visita al Cus Molise

Santarcangelo: “Campo difficile, hanno subito poche reti fin qui e in alcune apparizioni non sono stati fortunati”

Per la quinta giornata del campionato nazionale di serie B di calcio a 5, girone F, lo Shaolin Soccer Potenza rende visita sabato pomeriggio al Cus Molise.

I rossoblu di casa guidati in panchina da Marco Sanginario sono ancora alla ricerca della prima vittoria di questo campionato, mentre i ragazzi del presidente Claudio Faraone inseguono il secondo successo consecutivo.

Nelle fila dello Shaolin Potenza sarà confermato lo stesso roster che sabato scorso ha sconfitto al fotofinish l’Ostuni al ”Pala Pergola”. Mancheranno ancora gli infortunati Haidane ed il portiere spagnolo Carlos Pascual oltre a Dragonetti.

«Sappiamo che giochiamo su un campo difficile contro una squadra che vorrà conquistare il primo successo di questo campionato davanti ai suoi tifosi– spiega Fabio Santarcangelo tecnico dello Shaolin Soccer Potenza – il Cus Molise ha subito poche reti fin qui e non è stato fortunato in alcune apparizioni. L’ultima nostra vittoria ha alzato il morale del mio gruppo ed abbiamo voglia di ripeterci. Giocheremo a viso aperto ma servirà una prestazione di alto profilo sia tecnico che tattico».

In classifica lo Shaolin ha 4 punti contro i 2 dei padroni di casa. Dirigeranno l’incontro in programma alle ore 16:00 i signori Stefano Massacesi di L’Aquila (primo arbitro) e Marco Terzini di Pescara (secondo arbitro). La sezione crono sarà affidata alle attenzioni di Andrea Di Vito di L’Aquila.

 

Area Comunicazione Asd Shaolin Soccer Potenza
Mario Latronico

shaolin_0_85494

Shaolin Soccer, Laguardia allo scadere decide la sfida con l’Olympique Ostuni

I padroni di casa superano 5-4 la matricola pugliese, passata in vantaggio con Quartulli. Rimediano Dragonetti e Lo Giudice prima del 2-3 di Paz. Nella ripresa Mancusi allunga, gli ospiti pareggiano con Elia ma nelle ultime battute arriva il gol da tre punti

Un successo lungamente atteso ed arrivato contro un avversario mai domo. Prima vittoria stagionale per lo Shaolin Potenza che sabato pomeriggio ha superato per 5-4 l’Ostuni. Parte bene il quintetto di mister Santarcangelo che, con Mancusi al 4’, coglie un clamoroso doppio palo susseguente a calcio piazzato. La gara resta bloccata sullo 0-0 fino all’11’, quando i pugliesi grazie ad una ripartenza fortuita trovano il vantaggio (0-1).

Un minuto dopo arriva il meritato pari dei padroni di casa ad opera di Dragonetti con un preciso diagonale (1-1). I nero-arancio sulle ali dell’entusiasmo trovano la rete del sorpasso con Lo Giudice direttamente su calcio di punizione (2-1). Lo stesso numero 4 potentino realizza il libero del 3-1 al 16’. I pugliesi non ci stanno ed accorciano il divario con Paz. Sul punteggio di 3 a 2 per lo Shaolin si chiude la prima frazione. Potenza allunga ad inizio ripresa sul 4-2 (pregevole rete di Mancusi).

Con il portiere di movimento l’Ostuni, in doppio svantaggio, insegue ed aggancia una rimonta insperata, ma meritata, con una doppia rete di Elia. Gli ospiti non si accontentano, provano a vincere ma commettono l’errore fatale di sbilanciarsi troppo e pagano a caro prezzo la propria tracotanza. Infatti un brutto errore a centrocampo lascia spazio al freddo Laguardia che può fare centro per il 5-4 definitivo a 20 secondi dalla fine. Ultimi secondi palpitanti, ma forse la vittoria dello Shaolin era stata già scritta.

 

Shaolin Pz – Olympique Ostuni 5-4
Shaolin Soccer Pz: Lovallo, Dragonetti, Lo Giudice, Mancusi, Laguardia, Restaino, Molinari, Buccarello, Vaccaro, De Bonis; Pirrone All. Santarcangelo
Olympique Ostuni: Caramia. Lorusso, Lotesoriere A., Quartulli, Lotesoriere S., Fiorentino, Boccardi, Elia, Da Silva, Schiavone, Paz Bahillo, Colucci. All. Castellana
Arbitri: Cafaro Gianpiero di Sala Consilina (primo arbitro) e Iannone Michele di Nocera Inferiore.
Marcatori: primo tempo 11’ Quartulli (O), 12’ Dragonetti (S), 15’ e 16’ Lo Giudice (S), 18’ Paz (O); secondo tempo 5’ Mancusi (S), 17’ e 18’ Elia (O), 19’ Laguardia (S)
Note: spettatori 250 circa. Ammoniti Colucci e Paz nelle fila ospiti

 

Area Comunicazione Asd Shaolin Soccer Potenza
Mario Latronico

shaolin_0_85302

Shaolin Soccer, al PalaPergola arriva l’Olympique Ostuni: vietato sbagliare

Dopo due sconfitte e un pareggio, i potentini proveranno a centrare la prima vittoria in campionato. Di fronte ci saranno i pugliesi di Castellana. Mister Santarcangelo: “Giocheremo la nostra gara senza pensare con ossessione al risultato”

Una gara da non sbagliare nonostante la forza dell’avversario. Dopo due sconfitte ed un pari, lo Shaolin Soccer Potenza prova a centrare il primo successo di questo sfortunato inizio di campionato. Al ”PalaPergola” arriva sabato pomeriggio il temibile Ostuni. La gara, con inizio previsto per le ore 16:00, è valevole per la quarta giornata di andata del campionato di serie B di calcio a 5, girone F.

Nella fila neroarancio da registrare due assenze pesanti, quella del portiere spagnolo Carlos Pascual ancora infortunato a cui si è aggiunta in settimana anche la defezione del giovane pivot Haidane che, due giorni fa, si è fatto male ad un ginocchio in allenamento.

Dirigeranno l’incontro tra Shaolin ed Olympique Ostuni i signori Gianpiero Cafaro di Sala Consilina (primo arbitro) e Michele Iannone (secondo arbitro) di Nocera Inferiore, La sezione crono sarà affidata alle attenzioni di Paolo Lapenta di Moliterno.

A poche ore dal match questa l’analisi del tecnico dello Shaolin Potenza Fabio Santarcangelo. «Affrontiamo una squadra molto organizzata che arriva a questo appuntamento con il morale alto dopo la vittoria contro il Medio Basento – spiega Santarcangelo – siamo consapevoli della forza dell’Ostuni ma in settimana ci siamo allenati bene e con l’atteggiamento giusto. Dovremo essere concentrati per evitare di commettere quelle ingenuità che abbiamo pagato a caro prezzo nelle precedenti partite. Giocheremo la nostra gara senza pensare con ossessione al risultato – conclude il mister neroarancio – ma cercando di mettere in pratica le cose che sappiamo fare, e cioè giocare semplice e lottare su ogni pallone fino alla fine».

 

Area Comunicazione Asd Shaolin Soccer Potenza
Mario Latronico

20161015_161653_0_84740

Lo Shaolin si suicida nel primo tempo: il cuore non basta, passa il Capurso

Santarcangelo rinuncia al portiere Pascual ma la sua squadra sembra in grado di gestire il risultato, prima del blackout a ridosso dell’intervallo che compromette il match. Il resto lo fanno gli arbitri: i pugliesi violano il PalaPergola per 7-5

Rabbia e tanta amarezza hanno accompagnato la sconfitta per 7-5 dello Shaolin Soccer Potenza contro il Capurso. Ingenua, ed a tratti sfortunata, la compagine di mister Fabio Santarcangelo cede al ”PalaPergola” al roster pugliese al termine di una partita maschia e molto combattuta che lascia solo rammarico ai padroni di casa.

LA CRONACA – Senza il portiere titolare Pascual infortunato (ne avrà ancora per un mese circa) lo Shaolin paga dazio al di là dei propri demeriti. I nero-arancio comunque partono bene e sono in doppio vantaggio (2-0) per merito di Haidane I pugliesi non ci stanno ed accorciano le distanze con Nazzilli.

Rocambolesco pari del Capurso con Biacino che segna di rimpallo su respinta della difesa potentina. Nell’occasione davvero sfortunata la retroguardia dello Shaolin. «Suicidio» nero-arancio sul finire di tempo con altre due marcature del Capurso che approfitta di un momento di blackout del Potenza. Si va al riposo con gli ospiti avanti 4-2.

Nella ripresa Capurso allunga sul 6-3, ma prima Restaino e poi Mancusi portano a -1 lo Shaolin. Ma i padroni di casa hanno esaurito il bonus dei falli e questo porta Capurso al tiro libero del 7-5 definitivo, a seguito di un fallo molto contestato dallo Shaolin.

Finale incandescente e nervoso con la coppia arbitrale che, nelle fasi cruciali del match, con le proprie decisioni non sempre condivisibili, creava malumore tra il pubblico presente.

Mario Latronico

mancusi_shaolin_pz_0_84578

Shaolin, arriva il Capurso. Santarcangelo: “Abbiamo bisogno dei tre punti”

Il tecnico dei nero-arancio presenta la sfida del PalaPergola: “Sarà difficile come le prime due gare già affrontate. La squadra si è allenata bene in settimana ed a parte le assenze di Pirrone e Pascual ho tutta la rosa a disposizione”

Una grande voglia di regalarsi la prima gioia di questa stagione. Per la terza giornata del campionato di serie B di calcio a 5, girone F, lo Shaolin Soccer Potenza ospita sabato pomeriggio al ”PalaPergola” i pugliesi della Futsal Capurso. «Semaforo verde» alle ore 16:00 con direzione arbitrale affidata ai signori Fabio Cozza di Cosenza e Luigi Alessi di Taurianova.

Dopo il rocambolesco pari di Manfredonia, i nero-arancio del presidente Claudio Faraone mirano ai primi tre punti al cospetto di una compagine piuttosto solida che finora è rimasta imbattuta in questo inizio di campionato. Nelle fila dello Shaolin Potenza mancherà il portiere spagnolo Carlos Pascual infortunato nell’ultima gara giocata ed out almeno fino alla fine del mese. Assente pure il pivot Pirrone.

Queste le parole del tecnico Fabio Santarcangelo a poche ore dal match. «Si tratta anche questa di una gara difficile come le prime due già affrontate – spiega Fabio Santarcangelo – la squadra si è allenata bene in settimana ed a parte le assenze di Pirrone e di Pascual ho tutta la rosa a disposizione. Abbiamo bisogno dei tre punti come il pane – prosegue il tecnico dello Shaolin – cercheremo di prenderli davanti al nostro pubblico anche se sappiamo che non sarà facile.

Capurso è un’ottima squadra che ha conquistato un pari ed una vittoria nelle prime due giornate dimostrando su un campo difficile come Ostuni di avere determinazione e grinta oltre a qualità tecniche. Da parte nostra non dobbiamo essere da meno e cercheremo di portare a casa l’intera posta in palio». L’ingresso sarà libero come di consueto nell’impianto sportivo del ”PalaPergola”.

 

Area Comunicazione Asd Shaolin Soccer Potenza
Mario Latronico

 

manf_0_83988

Manfredonia ripreso nel finale, pari allo scadere dello Shaolin Potenza

I lucani si portano subito avanti di due reti, La Torre accorcia le distanze. Negli ultimi sessanta secondi di gioco succede di tutto: prima Manzali e Carro firmano il sorpasso, poi Mancusi, doppietta personale, sigla il definitivo 3-3

Finisce tra i rimpianti una partita spettacolare fra Manfredonia e Shaolin Soccer, con due ribaltamenti negli ultimi 30 secondi di gioco e la rete del pareggio di Mancusi che gela il PalaScaloria dopo il primo vantaggio dei biancocelesti.

Grassi recupera tutti gli acciaccati e parte con Ciuffreda tra i pali, il capitano Spano, Puertas, Manzali e Fortuna. Risponde Santarcangelo con Pascual tra i pali, Lo Giudice, Mancusi, Restaino, De Bonis. Il tema tattico della partita è subito chiaro, Manfredonia a fare possesso e cercare spazi nell’arcigna retroguardia ospite, arancio-neri che cercano veloci ripartenze con l’entusiasmo tipico delle squadre piene di giovani.
LA CRONACA. L’inizio gara è di studio, il Manfredonia manovra senza alzare troppo i ritmi, lo Shaolin Soccer controlla con poche difficoltà. Quando il Manfredonia alza il baricentro, lo Shaolin Soccer ha difficoltà a gestire palla e rischia poco spazzando senza troppi fronzoli.
Manzali ha le polveri bagnate con un paio di conclusioni a lato, si fa stoppare a tu per tu con Pascual, poi ci provano a turno Fortuna, La Torre e Spano ma le conclusioni terminano fuori dallo specchio o sono respinte da un attento estremo ospite. Spano colpisce un palo rocambolesco su azione da calcio d’angolo, poi La Torre, isolato in banda in uno contro uno, salta il proprio avversario e mette in mezzo per Manzali che allarga troppo il piatto a Pascual battuto.
Lo Shaolin fa fatica a risalire la china ma alla prima sortita offensiva passa in vantaggio: Haidane quasi sulla linea di fondo viene travolto da un intervento di Fortuna che lascia pochi dubbi alla coppia arbitrale: dal dischetto Mancusi (Il migliore dei suoi) batte con potenza e supera Ciuffreda. Il primo tempo scivola senza troppi sussulti, nonostante lo Shaolin Soccer raggiunga il bonus, senza però commettere il sesto fallo.

 

LA RIPRESA. Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo, gli arancio-neri controllano in difesa cercando di tenere il ritmo basso ripartendo sulle disattenzioni del Manfredonia: proprio su una di queste arriva il raddoppio.
Il Manfredonia sbaglia i tempi di pressione nella metà campo avversaria,Dragonetti con un semplice taglio si trova in banda in uno contro uno con Ciuffreda e lo fulmina con un bel destro sotto la traversa sull’uscita del portiere biancoceleste.
Grassi scuote i suoi, ruota per cercare il miglior quintetto ed alza il peso offensivo appoggiandosi su Manzali che manovra tanti palloni di qualità da pivot: da uno di questi arriva la rete dell’1-2 di La Torre, servito da un cioccolatino che Manzali gli recapita sul secondo palo.

Gli ospiti perdono qualche sicurezza, il pubblico inizia a farsi sentire e il Manfredonia schiaccia lo Shaolin Soccer nella propria metà campo. Non succede nulla fino a metà secondo tempo, quando Fortuna per stoppare una ripartenza avversaria stende Mancusi a due passi dal primo arbitro che estrae giustamente il secondo giallo.
Ancora una volta il Manfredonia non perde la testa e resiste stoicamente in inferiorità numerica con qualche miracolo di Ciuffreda, poi dopo qualche fase di stallo Grassi si gioca la carta del portiere di movimento a 4 minuti dalla fine, con Spano a indossare la maglia buco. Lo Shaolin Soccer mostra qualche lacuna in fase difensiva contro il quinto di movimento, Pascual è chiamato ad interventi straordinari ed esce per un problema fisico ad un ginocchio.
Lovallo subentra e a 62 secondi dalla fine capitola sulla puntata da buca d’angolo destra di Manzali che scarica in rete tutta la frustrazione per una partita condita da tanta sfortuna sotto rete. L’ultimo minuto è vietato ai deboli di cuore, il Manfredonia continua a giocare con il portiere di movimento, mostrando tutto il coraggio tipico di mister Grassi. La scelta del tecnico è premiata da un bolide di sinistro dai 15 metri di Carro che lascia di sasso Lovallo a 37 secondi dalla fine.
L’inerzia sembra inesorabilmente volta verso i padroni di casa, ma Santarcangelo risponde a sua volta con il portiere di movimento e Mancusi pareggia quando di secondi alla fine ne mancano 25: puntata di destro, un colpo balistico di rara precisione che non lascia scampo a Ciuffreda. Grassi riprova con il portiere di movimento per trovare il nuovo vantaggio, ma con 25 secondi da giocare lo Shaolin Soccer resiste e porta a casa un insperato punto, soprattutto per come si era messa dopo il 3-2 di Carro.

 

POST PARTITA. Amareggiato Grassi: ”Si sarà divertito il pubblico ma io non sono affatto contento. Questo genere di partite va vinto perché rispetto alla settimana scorsa abbiamo mostrato più organizzazione ed abbiamo creato tanto. Siamo stati puniti da qualche errore individuale in fase difensiva e abbiamo sbagliato troppi gol sotto porta: questo è inaccettabile. Per me sono due punti persi più che un punto guadagnato.”
Il Manfredonia riprenderà gli allenamenti nella giornata di Lunedì per preparare al meglio la trasferta di Campobasso contro il CUS Molise.

Manfredonia – Shaolin Soccer 3-3 (0-1 P.T.)
MANFREDONIA: Ciuffreda, Falcone, Bruno, Specchio, Lestingi Rizzo, Carro, Spano (K), Fortuna, La Torre, Manzali, Puertas, Tatulli. All. Grassi.
SHAOLIN SOCCER: Pascual, Dragonetti, Lo Giudice, Lorpino, Mancusi, Laguardia, Restaino, Pirrone, Vaccaro, Haidane, De Bonis (K), Lovallo. All. Santarcangelo.
SEQUENZA RETI: 10’ P.T. Mancusi Rig. (SS), 5’ S.T. Dragonetti (SS), 6’ S.T. La Torre (M), 18’58” S.T. Manzali (M), 19’23” S.T. Carro (M), 19’36” S.T. Mancusi (SS).
AMMONITI: Mancusi (SS), Restaino (SS), Ciuffreda (M), Fortuna (M).
ESPULSO: Fortuna al 10’41” S.T. per gioco scorretto.
ARBITRI: Domenico Caccavale di Ercolano, Rosario Angelo Faiella di Castellammare di Stabia, Luca Vincenzo Caracozzi di Foggia (Cronometrista).

 

Ufficio stampa